Spaghetti di soia saltati con verdure alla thailandese

Ogni tanto mi prende la voglia degli spaghetti di soia, ma avendo abbandonato da tempo la frequentazione dei ristoranti cinesi, ho imparato a farli da me. Sono facilissimi e buonissimi, ma soprattutto so cosa c’è dentro!

– 200 gr. vermicelli di soia (Suzi Wan)
– 100 gr. germogli di soia
– 2 piccole carote
– 1 zucchina verde
– 2 falde di peperone giallo
– mezzo porro
– olio di sesamo o di oliva
– 4 cucchiai di salsa di soia
– 2 cucchiai di salsa di ostriche (o di pesce)
– peperoncino
– 1 lime
– sale e pepe

Mettete una pentola con l’acqua sul fuoco e portate ad ebollizione.
Intanto preparate la salsina mescolando la salsa di soia con quella di pesce, unite il peperoncino e il succo del lime e mescolate bene.
Fate saltare in una padella con un filo d’olio prima le carote pelate e tagliate a julien (cioè a bastoncini), poi il peperone, le zucchine di cui avrete preso solo il verde e tutte tagliate allo stesso modo, i germogli di soia e il porro tagliato a rondelle. Salate e pepate e spegnete. Devono rimanere croccanti.
Non appena l’acqua bolle, salate e tuffateci i vermicelli di soia. Spegnete e lasciate riposare i vermicelli per 2-3 minuti, mescolandoli spesso per sbrogliare bene la matassa.
Scolateli e fateli saltare in padella con le verdure. Fate insaporire bene e servite.
Se vi piace potete aggiungere dei gamberi saltati con le verdure o un paio di uova strapazzate e unite alla fine.

Spaghetti di soia saltati con verdure alla thailandese
Spaghetti di soia saltati con verdure alla thailandese
Precedente Ali di pollo glassate su riso venere saltato allo zenzero Successivo Tortini cremosi al pistacchio

Lascia un commento